• Infinito Leopardi, l’opera di Michelangelo Pistoletto resta a Recanati

    31 Ottobre, 2019
  • Una buona notizia: l’opera “Metro cubo di infinito in stanza specchiante” di Michelangelo Pistoletto rimarrà esposta nel museo civico di Villa Colloredo Mels a Recanati fino al 15 gennaio 2020. L’installazione fa parte sel secondo ciclo di mostre per omaggiare i duecento anni de L’Infinito di Giacomo Leopardi e visitabile fino al 3 novembre.  

    Un’opera che ricrea una rifrazione che genera un senso di infinito ai limiti della percezione umana. E da “Metro cubo d’infinito in stanza specchiante” di Michelangelo Pistoletto che inizia il percorso di mostra. Parte degli Oggetti in meno – una serie di lavori concepiti fra il 1965-66 e caratterizzati da grande eterogeneità – consiste in un cubo formato da sei lastre specchianti la cui superficie riflettente è rivolta verso l’interno, producendo un effetto di rispecchiamento infinito. «Un corpo finito che contiene l’infinito». Nell’ultimo decennio Pistoletto ha riallestito l’opera all’interno di un ambiente specchiante che ne moltiplica all’infinito i riflessi, coinvolgendo il visitatore in un’esperienza percettiva che sfida i limiti umani.

    • Condividi